HOME PAGE JANULA CASSINO NOTIZIE GENTE UNIVERSITA' BLOG AFFARI EVENTI AIUTO! Accesso Area Riservata Cittadini di Janula Accesso Area Riservata Operatori Aumenta la dimensione dei caratteri
Home Page
Messaggi
Messaggi liberi
Amicizia ed incontri
Auguri e dediche
Nuovo messaggio
Forum
Presentazione
Elenco completo
I più consultati
Ultimi 100 interventi
Crea nuovo Forum
Sondaggi d'opinione
Presentazione
Elenco completo
I più consultati
Crea nuovo Sondaggio
Registrazione a Janula.it
Registrazione come Cittadino di Janula


Username:  Password:  
Password dimenticata?   Registrazione Nuovo Utente 


Forum: Scuole cassinati tra vandali e inadeguatezze strutturali
Cause e rimedi del decadimento degli istituti pubblici
Forum istituito da Redazione La Provincia in data 18-10-2003
per la categoria: MaxiMedia
interventi nel Forum: 28
Consultato 22836 volte

Mostra solo i titoli del Forum

La scuola ideale...
Intervento di Shannon in data 05-11-2003 (cod. 116)

E' inutile dire che una scuola per essere chiamata tale debba avere almeno quei requisiti fondamentali che poi le danno la morfologia sia esterna che interna di una "scuola"..
Ma un aspetto importante che mi è sempre mancato della scuola è la possibilità degli studenti di scegliere altre materie in più da studiare oltre a quelle previste dal proprio indirizzo.
La possibilità degli studenti di spostarsi di aula in aula a seconda della lezione da seguire.
La cosa che è lo studente ad andare dal professore e non il contrario mi ha sempre incuriosito positivamente. Anche perchè risolverebbe il problema dello stare sempre fissi in un posto. L'ho sempre trovato angosciante.
Questo tipo di scuola l'ho visto in un telefilm e me ne sono innamorata!

 

La scuola che non ho mai avuto
Intervento di Cosmopolita in data 05-11-2003 (cod. 114)

Tutto sommato, non credo che sia molto distante da quelle che ci fanno vedere nei film.
Cominciamo con la struttura:
io la immagino disposta in orizzontale, piuttosto che in verticale, quindi già la metà degli edifici scolastici, ricavati dalle palazzine di civile abitazione, sarebbero scartate.
Se ci pensate, finora si è sempre proceduto adattando ad edificio scolastico una struttura nata per altri scopi.
Che ne dite almeno su questo punto?

 

L'ultimo per Navigatore.
Intervento di Shannon in data 04-11-2003 (cod. 112)

Non c'è niente da dire se non che la pensiamo in due modi troppo differenti...
Potremo continuare così all'infinito senza capire il pensiero dell'altro fino in fondo.
Comunque io con la frase ultima del mio intervento non mi riferivo ai genitori.
E poi una cosa non comprendo nei tuoi discorsi. Hai visto mai che qualcuno ha fatto delle cose in società senza delle regole e dei divieti dettati dalla Costituzione che si basa poi sulla disciplina dell'individuo? Perchè secondo te per la scuola dovrebbe essere diverso?
Oppure il problema è che ti fanno paura parole come "disciplina, punizioni, riformatorio"?
Guarda che il riformatorio non è altro che una scuola dove si insegna al ragazzo a tornare sulla retta via per quanto riguarda l'educazione, e non è una sala delle torture!
Scusa la mia sincerità, non voglio offenderti...ma la mia impressione è che tu stia dando più importanza a far valere il tuo pensiero e a convertire quello degli altri piuttosto che pensare a come risolvere il problema.
Ciao Ciao!

 

Dorgan: ottimo!
Intervento di Navigatore in data 04-11-2003 (cod. 111)

Premesso che non sapevo neanche che Catilina fosse censore, premesso che non ho alcuna voglia di fare sterile polemica, applaudo invece l'idea di continuare il forum con il contenuto:

"com'è la scuola che io non ho mai avuto e che amerei avesse mio figlio?"

Che ne dicono gli altri?

 

PER NAVIGATORE E PER CHI FOSSE INTERESSATO ANCORA A QUESTO FORUM...
Intervento di dorgan in data 04-11-2003 (cod. 110)

Ribadisco il fatto che non amo le polemiche...che non credo sia costruttivo cercare di stigmatizzare le forme di espressione di ogniuno....quindi ..badando al soggetto, predicato e complemento oggetto..caro amico navigatore...sottolineando oltretutto che non credo sia giusto utilizzare a scopo personale questo spazio..voglio chiarirti un concetto..anzi..voglio chiarirvi un concetto...o due...
1) la scuola è fatta di uomini ...non certo di luoghji..e tu lo sia meglio di me caro navigatore...non è certo avendo un plesso scolastico perfetto..completo di ogni cosa sia necessaria all'organizzazione dell'apprendimento..ma al contrario un personale inadatto..e peggio ancora privi del giusto e necessario supporto dei nuclei familiari al di fuori di esso... non si risolverebbe un bel nulla...
2) un architetto è un "politico"..non un politicante..si badi bene..lavora per la "polis"..la città e tenta ..dico tenta..di interpretarne le esigenze tastando il polso alla situazione contingente....
3)non formulo il progetto di una struttura scolastica ora e qui..in questo momento..perchè non è cosa che si può liquidare in due battute...tale opera deve necessariamente essere il prodottto di un lavoro corale...frutto di idee e stimoli diversi...
4) semmai..se l'interesse su tale argomento non è scemato...possiamo farlo tutti insieme..superando questa fase di invettiva pura passando ad una + meramente propositiva e costruttiva..ecco lancio questo argomento "com'è la scuola che io non ho mai avuto e che amerei avesse mio figlio?"
con questo vi saluto...
ah..caro navigatore...io abasso il tono..ma tu smetti l'abito del censore Catilina...ehehe ciao

 

Per Shannon
Intervento di Navigatore in data 03-11-2003 (cod. 106)

Cara Shannon, tra dire che "con un pò di regole in più (non la fustigazione!), si risolverebbero gran parte dei problemi" e dire che "...la disobbedienza a tale legge dovrebbe comportare punizioni concrete dalla semplice espulsione alla bocciatura e nei casi più ribelli, al riformatorio." c'è una grossissima differenza.
In ogni caso mi fa piacere leggere che il tuo pensiero sia ridimensionato in merito agli strumenti di repressione.
Altra cosa importante, prima di proseguire nella conversazione: attenta a quando riporti ed interpreti il pensiero degli altri (in questo casi il mio!). Io ho scritto che ritengo i genitori I PIU' RESPONSABILI e non I SOLI RESPONSABILI e per me era la risposta alla tua domanda del primo intervento:
"chi li permette di diventare così maleducati da meritarsi l'appellativo di vandali?"

 

Per Navigatore.
Intervento di Shannon in data 03-11-2003 (cod. 105)

Caro Navigatore, come avevo espresso nel mio intervento questa sarebbe se ancora fosse possibile attuarla, una delle soluzioni a questo problema.
Una cosa proprio è inconcepibile di ciò che hai scritto. Come fai a dare tutta la colpa di ciò che accade nelle scuole alla cattiva educazione data ai figli dai loro genitori?
Quello che volevo dire era che con un pò di regole in più (non la fustigazione!), si risolverebbero gran parte dei problemi.
E poi non mi riferivo all'Inghilterra ma all'America.
Comunque a ognuno le proprie idee, i propri pensieri....Ma chi troverà la vera soluzione a questo problema se si continua ad incolpare uno o una sola categoria?

 

Mercoledi lo spazio MaxiMedia su "La Provincia"
Intervento di Stefano Di Scanno (La Provincia) in data 03-11-2003 (cod. 103)

Per gli amici interessati: lo spazio MaxiMedia sulle pagine di Area Sud del quotidiano "La Provincia" questa settimana sarà pubblicato nell'edizione in edicola mercoledì 5 novembre. Grazie per l'attenzione.

 

Per Dorgan
Intervento di Navigatore in data 03-11-2003 (cod. 102)

Ciao Dorgan, anche i tuoi interventi mi mettono in difficoltà, nel senso alla fine della lettura, mi rimangono tante questioni aperte che sono le stesse di quando si affrontano i temi della vita sociale.
Sono andato a consultare la tua scheda pubblica e trovo: "architetto, libero pensatore, esteta...divoratore di brani di vita e assetato di infinita conoscenza".
La seconda parte spiega la complessità delle tue parole, ma visto che sei un architetto, forse più di tanti altri dovresti avere la capacità di focalizzare il problema del forum, almeno per le strutture.
Però è inutile che ti limiti a mettere la pulce nell'orecchio con temi e questioni che conosciamo tutti, tanto non serve a nulla.
Piuttosto cerca di fare delle proposte concrete su come agire sulle strutture, su come procedere. Fai un'analisi della situazione, se la conosci, e fai qualche proposta. Perchè se gli interventi non si concludono con le proposte, non servono a nulla.
Però abbassa il tiro con le parole: soggetto, predicato verbale e complemento oggetto!

 

Per Shannon: Hitleriana?!?!
Intervento di Cosmopolita in data 03-11-2003 (cod. 101)

Secondo me se Hitler fosse stato tuo alunno, avrebbe chiesto il crocifisso per ogni banco, altro che uno per classe!!

 

Per Shannon
Intervento di Navigatore in data 03-11-2003 (cod. 100)

Shannon, ho riletto diverse volte il tuo intervento ma non ho capito se è appositamente circolare (apri e chiudi con la domanda e la risposta) o se è un po' confuso!
Cito espressamente "...eseguire gli ordini dei superiori senza contestare...". Ma dico, stai scherzando? Ma neanche piu' nell'esercito si sentono certe cose! Sono frasi da esaltati. La scuola è tuttaltro. La scuola è l'istituto dello Stato che, secondo me, dovrebbe ISTRUIRE i giovani. La disciplina, quella che citi tu, era in vigore nei college inglesi ma ti ricordo che anche lì una decina di anni fa è stata abrogata la "fustigazione".
Il problema è che ormai tutti, a partire dai genitori, che ritengo i più responsabili, hanno delegato alla scuola il compito di educare il proprio figlio, per avere più tempo libero e meno responsabilità.
La scuola non serve a questo e non è strutturata per farlo, ed ecco che ci ritroviamo con una confusione che porta a generare mostri ed aberrazioni, come il tuo concetto soll'ordine e la disciplina.

 

la scuola...o la squola?
Intervento di dorgan in data 31-10-2003 (cod. 95)

Non intendo entrare in polemica con chicchessia...forse il mio disgrafismo (fretta nello scrivere) ha reso ermetico il mio pensiero..e chiedo venia...ma di certo non cerco autocelebrazioni Marcellinux..nè tantomeno tento di metterti nel didietro un razzo esimio Cosmopolita..cmq...torno a fagiolo e chiarisco il concetto da me sepresso qualche giorno fa...
La scuola non è un edificio..la scuola è fatta di persone che lavorano gomito a gomito secondo un'organizzazione che miri al beneficio comune...la crescita progressiva della cultura e lo stimolo alla curiosità...alla ricerca dei perchè della vita....ma questi concetti se restano su un foglio son solo utopia....peggio se non si misurano con la realtà quotidiana..sicchè la scuola..quella vera non dura 5-6 ore dietro un banco..ma tutto l'arco della giornata....un giovane anzi che stà tutto quel tempo fermo ..concentrato...quando si trova all'esterno dell'edificio scolastico cerca l'esatto contrario di ciò che ha fatto sino ad un attimo prima... xchè allora non trasformare la scuola in modoc he sia + simile alla vita quotidiana...anzi fare scuola in mezzo alla città in piena attività?....certo è un concetto provocatorio...ma di certo non privo di qualche stimolo che inciti ad una riflessione approfondità sulla gravità del fatto che ad esempio anche conoscendo l'autore materiale di quello scempio sulla scuola cassinate...non si può far molto per lui..o per tutelarsi da lui o tipi come lui....non gli è stata data una valida alternativa....l'Educazione Civica bisognerebbe cominciarla a fare in famiglia..poi nella Cosa Pubblica...ci lamentiamo di avere un asino che ci governa? ma quanti di noi con buona autocritica si son detti "ma non son io il primo che raglia?"...la scuola è la vita di ogniuno...anzi è la vita della nostra città intera..educhiamo quella se vogliamo veramente far rinascere la scuola.
Qualcuno di noi sà com'è finita la vicenda del teatro "La fenice"?..beh tra breve ricomincia la sua vita...per volere di una nazione intera..per mano di 200 paia di braccia tra tecnici e manovalanza...SINERGIA si chiama.. enon è forse quella che manca tra la vita scolastica e quella quotidiana?

 

Intervento più coraggioso!
Intervento di Shannon in data 30-10-2003 (cod. 92)

Allora cercherò di essere più esplicita.
Ho detto anche se in maniera molto velata che i primi a dover fare scuola di disciplina dovrebbero essere in ordine di scala: il governo, le regioni, le provincie, i comuni ed infine il personale scolastico partendo dal Preside e via dicendo...
Innanzitutto andrebbero passate leggi molto ferree riguardo alla disciplina scolastica con severe conseguenze per chi non le applica e a chi non le rispetta.
Ad esempio se la legge prevede che un ragazzo inserito nella scuola pubblica dell'obbligo debba comportarsi in una determinata maniera (essere rispettoso ed educato con i propri superiori, tenere in ordine la propria aula e nel piccolo il proprio posto, rispettare gli orari, eseguire gli ordini dei superiori senza contestare, ecc...), la disobbedienza a tale legge dovrebbe comportare punizioni concrete dalla semplice espulsione alla bocciatura e nei casi più ribelli, al riformatorio.
Sembra una concezione hitleriana a sentirla così ma, in altre civiltà questo sistema esiste e, posso assicurare per esperienza di persone molto vicine, che le cose in quei luoghi vanno molto meglio e non si è mai arrivati come a Cassino a dover far fronte ad un problema come lo sfascio delle strutture.
Questa naturalmente sarebbe la soluzione se, come dicono molti, lo sfascio dipendesse unicamente dagli alunni maleducati e nel peggiore dei casi di veri e propri vandali.
Ma la risposta sta in questa domanda...
Chi li permette di diventare così maleducati da meritarsi l'appellativo di "vandali"?

 

Per Dorgan
Intervento di Marcellinux in data 29-10-2003 (cod. 89)

Forse l'intervento è stato scritto in fretta ma si nota, dalle varie citazioni, che dietro c'è della conoscenza per quello che riguarda le opere pubbliche.
Invito Dorgan, se possibile, a ritagliarsi un po' più di tempo ed organizzare meglio il suo pensiero affinchè risulti comprensibile anche a noi.
In effetti, come testimonia la risposta di Cosmopolita, quello che hai scritto è molto generico e serve solo ad aumentare la polemica senza focalizzare il discorso su nulla di particolare.
Diciamo... un'autocelebrazione?

 

Shannon, coraggio!
Intervento di Cosmopolita in data 29-10-2003 (cod. 88)

Ciao Shannon, benvenuta nel forum!
Perchè non ci metti un po' più di coraggio e nell'intervento non dici esattamente chi andrebbe disciplinato e cosa dovrebbe fare o non fare?
Ciao.

 

Inserisci il tuo intervento nel Forum
Nome di chi inserisce l'intervento
Titolo breve dell'intervento (obbligatorio)
Testo dell'intervento (obbligatorio)


 Pag. 1 di 2 [>>]


Cerca su Janula.it!
Cerca il testo


Janula: obiettivo su...

NERINAWS
Gli altri Cittadini
Janula: ultimo Cittadino registrato
flora.battisti001@gmail.com
Gli altri Cittadini
Ultimo Sondaggio Cittadini
AIUTO ALLA PERSONA IN DIFFICOLTÀ
Altri Sondaggi
Ultimo Forum Cittadini
OFFERTA DI PRESTITO TRA PRIVATO ( lauracredito2000@gmail.com )
Altri Forum
Ultimo intervento nei Forum
OFFERTA DI PRESTITO DE DINARO URGENTE QUI
Ultimi interventi
Ultimo Messaggio
ASSISTENZA FINANZIARIA ALLA PERSONA
Messaggi liberi
Amicizia e incontri
Auguri e dediche

2004 - Janula.it di Officine Informatiche Srl