HOME PAGE JANULA CASSINO NOTIZIE GENTE UNIVERSITA' BLOG AFFARI EVENTI AIUTO! Accesso Area Riservata Cittadini di Janula Accesso Area Riservata Operatori Aumenta la dimensione dei caratteri
PrimaPagina
Comunicati del Comune di Cassino
Comunicati dell'Università di Cassino
Le News di Janula.it
Cronaca
Economia e Lavoro
Ambiente e Territorio
Istruzione e Formazione
Spettacolo e Cultura
Scienza e Tecnologia
Medicina e Salute
Divertimento e Vita sociale
Hobby e Sport
Janula.it
Archivio completo
Archivio News
Archivio Comunicati
Inserimento
Accesso Redazioni
Accesso Operatori


Username:  Password:  
Password dimenticata?   Registrazione Nuovo Utente 


CASSINO: bando pubblico per gestione accoglienza richiedenti asilo e rifugiati
Comunicato del: 30-09-2010  di:COMUNE DI CASSINO UFFICIO STAMPA



CITTÀ DI CASSINO
Provincia di Frosinone

Settore 2°
Servizi Sociali
Il Dirigente



AVVISO PUBBLICO
BANDO DI SELEZIONE PUBBLICA DI PROPOSTE PROGETTUALI, CON PROCEDURA APERTA, PER L’AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DI SERVIZI DI ACCOGLIENZA, INTEGRAZIONE E TUTELA DEI RICHIEDENTI ASILO E RIFUGIATI, CATEGORIA “ORDINARI ”. TRIENNIO 2011-2013.
Art. 1 – Contenuto della selezione
1. Il Comune di Cassino , in esecuzione della deliberazione del commissario prefettizio n. 22 del 28.09.2010 intende procedere ad una selezione pubblica di proposte progettuali, con procedura aperta, per l’affidamento della gestione di servizi di accoglienza, integrazione e tutela dei
richiedenti asilo e rifugiati, categoria “ordinari ”.
2. I soggetti che intendono partecipare alla selezione dovranno presentare apposita proposta
progettuale per i servizi di accoglienza, integrazione e tutela dei richiedenti asilo e rifugiati, categoria “ordinari”. Il progetto annuale collegato alla proposta progettuale deve essere conforme alle disposizioni, ai contenuti e alle modalità previsti dall’apposito decreto che sarà emanato dal Ministero dell’Interno per l’accesso alla ripartizione del Fondo nazionale per le Politiche e i servizi dell’asilo, di cui al D.L. 30.12.1989, n.416, convertito in legge 28.2.1990, n.39. Il progetto, altresì, deve essere corredato del relativo piano finanziario preventivo, redatto sull’apposito modulo e per ogni singola voce di spesa dovranno essere riportati gli importi nella colonna “IMPORTO FINANZIATO”, invece le colonne “IMPORTO COFINANZIAMENTO” e “COSTO TOTALE PROGETTO” saranno compilate a cura del Comune.
3. Il Comune procederà alla selezione delle proposte progettuali pervenute ed il progetto
collegato alla proposta prima classificata sarà presentato al Ministero dell’Interno – Dipartimento per le libertà civili e l’immigrazione – Direzione centrale dei servizi civili per l’immigrazione e asilo, ai fini dell’approvazione e del finanziamento per il triennio 2011-2013.
4 . Se il progetto presentato al Ministero dell’Interno, verrà approvato e finanziato, il Comune affiderà la gestione dello stesso al medesimo soggetto proponente. In caso di mancato finanziamento nulla sarà dovuto ai redattori dei progetti. Il rapporto con l’affidatario sarà regolato con apposita convenzione.
Art. 2 – Risorse finanziarie per la realizzazione del progetto
1. Alle spese occorrenti per la gestione del progetto si farà fronte con fondi del Ministero dell’Interno – Dipartimento per le libertà civili e l’immigrazione - Direzione generale dei servizi civili per l’immigrazione e l’asilo, integrato da cofinanziamento comunale.
2. Il predetto cofinanziamento sarà erogato sotto forma di servizi, quali: impiego del personale comunale per i servizi di competenza comunale (rapporti con il Ministero dell’Interno e redazione di vari atti amministrativi ); interventi del servizio sociale comunale professionale verifiche, controlli, relazioni);
Art. 3 – Soggetti e requisiti di partecipazione alla selezione
1. Alla selezione possono partecipare:
a) Gli organismi dotati di personalità giuridica;
b) I raggruppamenti temporanei.
2. I soggetti indicati al precedente comma 1 del presente articolo, per poter partecipare alla selezione, devono possedere singolarmente o in forma associata i seguenti requisiti:
a) Operare nel campo dell’accoglienza, integrazione e tutela degli stranieri e-o dei soggetti svantaggiati;
b) Essere dotati di adeguata capacità economica e finanziaria;
c) Essere dotati di idonee strutture ricettive conformemente alle prescrizioni ministeriali;
d) Essere dotati di organizzazione idonea a garantire l’erogazione dei servizi che saranno previsti dal Decreto ministeriale di cui all’art.1, comma 2, del presente avviso;
e) Essere costituiti per atto pubblico e poter svolgere per statuto attività di accoglienza, integrazione e tutela a favore di stranieri e-o soggetti svantaggiati;
f) Essere iscritti nell’apposito registro tenuto dalla Camera di Commercio I.A.A. (se prescritto);
g) Essere iscritti all’Albo nazionale istituito con Decreto 23.06.2004 del Ministero delle Attività produttive (se prescritto).
3. Nel caso di raggruppamenti temporanei il requisito indicato al comma 1, lett. a), del presente articolo deve essere posseduto dal capogruppo.
Art. 4 – Criterio di selezione.
1. La selezione delle proposte progettuali sarà fatta da apposita commissione, la quale effettuerà la valutazione delle stesse tenendo conto:
a) degli obiettivi, strategie e risultati da raggiungere, con particolare riguardo alla identificazione di indicatori e strumenti per la verifica e la valutazione degli obiettivi di efficacia e di efficienza;
b) dei seguenti parametri:
- Qualità del progetto;
- Esperienza professionale del soggetto concorrente;
- Esperienza del personale da impegnare nei servizi.
c)Al fine di individuare il soggetto partner e gestore saranno valutati i seguenti requisiti:
l’esperienza maturata nella gestione di progetti per la (ri)qualificazione professionale,inserimento lavorativo dei RARU,formazione e gestione progetti di integrazione socio-lavorativa di RARU;
-i curricula,debitamente sottoscritti,dei professionisti impiegati nell’erogazione dei servizi;
-la realizzazione di eventuali servizi aggiuntivi;
-sedi operative già attive nel Comune di Cassino;
2. Per la valutazione dei parametri di cui alla lettera b) è stabilito un punteggio complessivo di punti 90.
3. La commissione procederà all’assegnazione del punteggio ai singoli parametri con le seguenti modalità:
a) Qualità del progetto, massimo punti 42. Per la valutazione del progetto ciascun membro della commissione avrà a disposizione punti da 0 a 14. Il progetto per essere accolto dovrà conseguire un punteggio non inferiore a 29,4/42. In caso contrario sarà escluso.
b) Esperienza professionale del soggetto concorrente, massimo punti 27 per servizio di accoglienza a favore di stranieri svolto per conto di enti pubblici in ragione di punti 9 per anno e di punti 0,75 per ogni mese o frazione superiore a giorni 15;
c) Esperienza del personale da impegnare nei servizi, massimo punti 21. La valutazione sarà fatta sulla base del curriculum professionale degli operatori remunerati.
Ciascun membro della commissione, al riguardo, avrà a disposizione punti da 0 a 7.
Art. 5– Personale per la gestione del progetto
Il numero degli operatori da impegnare nei servizi per la realizzazione del progetto e i relativi profili professionali devono rispecchiare gli standards che saranno fissati dal decreto ministeriale di cui all’art. 1, comma 2, del presente avviso.
Art.6 - Modalità e formalità di partecipazione alla selezione
1. I soggetti che hanno interesse a partecipare alla selezione, in possesso dei requisiti richiesti, dovranno far pervenire apposito plico al Comune di Cassino - Ufficio di protocollo generale, PiazzA De Gasperi 1 , 03043 Cassino (FR), entro le ore 12 dell’11.10.2010 ;
2. Il plico dovrà contenere due buste, contrassegnate, rispettivamente, con la lettera “A” e “B”, in cui dovranno essere racchiusi i documenti di seguito indicati. Detto plico dovrà essere perfettamente chiuso e firmato sui lembi di chiusura dal legale rappresentante in modo da assicurare la segretezza del contenuto. Identiche modalità di chiusura e firma dovranno essere osservate per le buste “A” e “B” ivi contenute. Il plico e le due buste dovranno, inoltre, recare all’esterno l’indicazione del mittente, numero di telefono e-o di fax e la seguente rispettiva dicitura:
a) Il plico contenitore: Selezione pubblica di proposte progettuali - categoria “ORDINARI ”;
b) La busta “A”: Selezione pubblica di proposte progettuali - categoria “ORDINARI”-
Documentazione di ammissibilità;
c) La busta “B”: Selezione pubblica di proposte progettuali - categoria “ORDINARI ”.
Progetto e titoli.
Art. 7 - Documentazione di partecipazione alla selezione
1. Ai fini della partecipazione alla selezione gli interessati dovranno presentare, a pena di esclusione, la documentazione di seguito indicata.
2. Nella busta “A” dovrà essere racchiusa la seguente documentazione di ammissibilità:
a) Dichiarazione sostitutiva in carta semplice, resa dal legale rappresentante ai sensi del D.P.R. 28.12.2000, n.445. Tale dichiarazione deve essere conforme al modulo “a”, approvato con deliberazione del Commissario prefettizio n. 22 del 28.09.2010;
b) Dichiarazione sostitutiva in carta semplice resa ai sensi del D.P.R. 28.12.2000, n.445, con la quale il legale rappresentante dovrà dichiarare che il soggetto concorrente rappresentato può disporre con immediatezza, in caso di affidamento della gestione del progetto, delle strutture di accoglienza, che le stesse siano idonee e pronte all’uso per l’accoglienza di almeno 20 rifugiati e richiedenti asilo. A tale dichiarazione deve esserci l’indicazione della localizzazione dell’immobile o degli immobili interessati;
La dichiarazione deve essere conforme al modulo “b”, approvato con deliberazione del Commissario Prefettizio n. 22 del 28.09.2010;
c) Dichiarazione sostitutiva in carta semplice resa ai sensi del D.P.R. 28.12.2000, n.445, con la quale il legale rappresentante dovrà dichiarare che il soggetto concorrente rappresentato possiede la capacità economica e finanziaria per la gestione del progetto per i richiedenti asilo e rifugiati per la categoria “ordinari ”. Tale dichiarazione deve essere conforme al modulo “c” approvato con deliberazione del Commissario Prefettizio n 22 del 28.09.2010;
d) fotocopia leggibile della carta di identità del legale rappresentante o di un documento di riconoscimento equipollente per legge, validi;
e) fotocopia dell’atto costitutivo e dello statuto vigenti integrali;
f) elenco nominativo dei componenti l’organo di amministrazione, sottoscritto dal legale rappresentante, con l’indicazione per ciascun nominativo del luogo e data di nascita, della residenza e del domicilio;
g) elenco nominativo del personale da impegnare nei servizi, sottoscritto dal legale rappresentante, con l’indicazione per ciascun nominativo dei seguenti dati: luogo e data di nascita; residenza e domicilio; denominazione testuale del titolo di studio posseduto, l’Organo che lo ha rilasciato, luogo e data di rilascio; profilo professionale;
3. Nella busta “B” dovranno essere racchiusi:
a) il progetto corredato del piano finanziario preventivo, sottoscritto dal rappresentante
legale.
b) la dichiarazione sostitutiva sottoscritta dal legale rappresentante, attestante l’esperienza professionale del soggetto concorrente stesso, acquisita nel campo dell’accoglienza degli stranieri, con l’indicazione dell’attività svolta, dell’ente pubblico per conto del quale la stessa è stata svolta e del relativo periodo. Tale dichiarazione deve essere conforme al modulo “d” approvato con la deliberazione del commissario prefettizio n. 22 del 28.09.2010
c) i curricula professionali degli operatori remunerati da impegnare nei servizi, sottoscritti dai titolari dei medesimi e controfirmati dal legale rappresentante.
Art. 8 – Raggruppamenti temporanei
E’ ammessa la partecipazione alla procedura di selezione di imprese singole,di cooperative,di consorzi e di imprese riunite ai sensi dell’art.37 del D.Lgs n. 163 e successive modifiche ed integrazioni;
Im caso di partecipazione alla procedura di selezione di raggruppamento già costituito,la candidatura congiunta deve essere sottoscritta dal soggetto capogruppo mandatario,il quale la propone in nome proprio anche per conto dei mandanti;
In caso di partecipazione alla procedura di selezione di raggruppamento non ancora costituito,la candidatura deve essere sottoscritta da tutti i soggetti che intendono raggrupparsi e deve essere dichiarato,in sede di domanda di partecipazione che dette imprese si impegnano,in caso di selezione,a conferire mandato collettivo speciale con rappresentanza a quello di loro espressamente indicato e qualificato come capogruppo,il quale stipulerà la con menzione in nome e per conto proprio e delle mandanti.
Ai sensi dell’art. 37 co.7 D.Lgs 163/2006,è fatto divieto ai candidati di partecipare alla selezione di più di un raggruppamento temporaneo o consorzio ordinario di concorrenti,ovvero di partecipare alla selezione anche in forma individuale qualora abbiano partecipato al medesimo bando in raggruppamento o consorzio ordinario di concorrenti. Alla mancata osservanza del suddetto divieto conseguirà l’esclusione della selezione del singolo candidato e/o raggruppamento temporaneo.
In caso di partecipazione alla procedura di selezione di raggruppamento/consorzio non ancora costituito,la documentazione richiesta dovrà essere presentata secondo le seguenti modalità:
a)la domanda di ammissione deve essere presentata da parte del legale rappresentante di ciascuno dei soggetti che costituiranno il raggruppamento/consorzio;
b9la relazione tecnica,l’abstract del progetto ed il piano dei costi devono essere sottoscritti dal legale rappresentante di ciascuno dei soggetti che costituiranno il raggruppamento/consorzio;
In caso di partecipazione alla procedura di selezione di raggruppamento /consorzio già costituito ,la documentazione richiesta dovrà essere presentata secondo le seguenti modalità:
a)la domanda di ammissione deve essere presentata da parte del legale rappresentante di tutti i soggetti componenti il raggruppamento/consorzio,oltrechè dal legale rappresentante del consorzio;
b)la relazione tecnica e l’abstrat del progetto ed il piano dei costi devono essere sottoscritti dal legale rappresentante dell’impresa individuata quale capogruppo del raggruppamento/consorzio;
Nel caso di partecipazione alla selezione di consorzi,questi devono presentare una dichiarazione che indichi i consorziati per i quali il consorzio concorre. Si precisa che i soggetti incaricati dell’esecuzione del progetto non possono essere diversi da quelli indicati,salvo nei casi di forza maggiore e previa autorizzazione dell’appaltante .Relativamente a tali consorziati opera il divieto di partecipare alla medesima selezione in qualsiasi altra forma. In caso di violazione sono esclusi dalla selezione sia il consorzio che i consorziati.
La candidatura dei concorrenti associati determina la loro responsabilità solidale nei confronti dell’amministrazione.
Sono vietate le associazioni in partecipazione e ogni modificazione alla composizione delle Associazioni temporanee rispetto a quella risultante dall’impegno presentato in sede di partecipazione alla selezione.
Si precisa che,in caso di raggruppamento/consorzio,i requisiti meglio specificati in precedenza devono essere posseduti da ciascun partecipante al raggruppamento /consorzio
Si specifica che la documentazione citata ai precedenti punti deve essere inserita esclusivamente nel plico all’interno della busta “Documentazione amministrativa “ e non contenuta anche nelle buste ove sono incluse la relazione tecnica (busta 2-relazione tecnica e abstract di progetto ) ed il piano dei costi (busta 3-piano dei costi”)
Art. 9 -Commissione per lo svolgimento della selezione.
1. La Commissione effettuerà la selezione delle proposte progettuali alle ore 11,00 del giorno successivo alla scadenza di presentazione degli stessi ( art.6 comma 1, del presente avviso) nel Palazzo comunale presso l’Ufficio del Dirigente del Settore Politiche Sociali.
Detta commissione sarà composta da: - Il dirigente del Settore Politiche Sociali del Comune, in veste di presidente; - Uno psicologo, componente; - Un assistente sociale, componente.
Le funzioni di segretario saranno svolte da impiegato comunale indicato dal Dirigente predetto.
2.La commissione, in seduta pubblica, nel luogo, giorno e ora suindicati, procederà all’apertura dei plichi contenitori regolarmente e formalmente pervenuti. Indi, previa verifica delle formalità e modalità prescritte, procederà all’apertura delle buste “A” e dichiarerà l’ammissione alla selezione dei partecipanti in regola con i requisiti e la documentazione richiesti. Sospenderà la seduta pubblica e procederà, in seduta segreta, all’apertura delle buste “B”, all’esame e alla valutazione, nell’ordine, dei progetti, dell’esperienza professionale del soggetto concorrente e dell’esperienza del personale da impegnare nei servizi (curricula professionali) e attribuirà i relativi punteggi con le modalità previste. Infine sommerà i punteggi assegnati e formulerà la graduatoria finale. A parità di
punteggio totale la precedenza in graduatoria spetterà al concorrente che avrà conseguito il punteggio maggiore al progetto. Sussistendo ancora parità, si procederà con sorteggio.
3. La Commissione procederà alla valutazione anche in presenza di una sola proposta progettuale. In ogni caso il Comune si riserva la facoltà, a suo insindacabile giudizio, di non procedere alla selezione;
4. Ai partecipanti alla selezione, per eventuali oneri e-o spese sostenuti (redazione del progetto,
consulenze, ecc.), nulla sarà dovuto.
Art.10 – Esclusione automatica dalla selezione
1. La commissione procederà all’esclusione automatica dalla selezione nei seguenti casi :
a) Inosservanza del termine e delle modalità di presentazione del plico contenitore e delle
buste “A” e “B” ;
b) Mancanza di un requisito di partecipazione alla selezione;
c) Mancanza di un documento di partecipazione alla selezione;
d) Mancanza di uno o più elementi che devono essere dichiarati con le dichiarazioni
sostitutive;
e) Mancanza di uno o più curricula degli operatori remunerati;
f) Inosservanza delle formalità prescritte per la presentazione del progetto;
g) Partecipazione alla selezione di concorrenti in più di un raggruppamento di concorrenti;
h) Partecipazione alla selezione di concorrenti in forma singola e in raggruppamento di concorrenti.
Art.11-Obblighi del candidato selezionato
A seguito della individuazione provvisoria,il soggetto dovrà entro il termine indicato nell’apposita comunicazione: -dimostrare il possesso dei requisiti di ammissione di cui all’art 7 del presente avviso; -produrre ogni altro documento richiesto dall’appaltante;
Art. 12 – Erogazione dei fondi finanziari. Modalità
1. I fondi ministeriali saranno erogati all’affidatario gestore del progetto, previo accreditamento da parte del Ministero dell’Interno, entro trenta giorni dalla data di presentazione di apposita rendicontazione, la quale dovrà essere accompagnata dai documenti giustificativi delle relative spese sostenute. La rendicontazione dovrà essere presentata secondo i criteri e le modalità prestabiliti dal decreto ministeriale di cui all’art. 1, comma 2, del presente avviso.
2. La liquidazione e il pagamento dei ratei saranno effettuati, in ogni caso, previa relazione del Servizio sociale professionale comunale che vigilerà sulla realizzazione del progetto.
3. Ogni quadrimestre dovrà essere esibita, contestualmente al rendiconto, apposita relazione sullo stato di svolgimento in itinere del progetto. Le relazioni devono essere sottoscritte dal coordinatore responsabile e dall’affidatario della gestione del progetto.
4. Alla documentazione contabile dovranno essere, altresì, allegate le certificazioni attestanti la regolarità contributiva rilasciate dall’INPS e dall’INAIL.
Art.13. Stipula della convenzione
Il rapporto di collaborazione tra il Comune di Cassino ed il soggetto partner selezionato all’esito della presente procedura verrà formalizzato con apposita convenzione .
La stipula della convenzione sarà comunicata al soggetto partner con apposita convocazione.
All’atto di stipula dovranno essere presentate le polizze assicurative previste al successivo articolo 14 per garantire l’incolumità degli operatori,dei beneficiari e di chiunque fruisca delle strutture di accoglienza.
Art.14 Polizze assicurative
In caso di danni a persone o cose,la responsabilità civile è a carico del soggetto partner,intendendosi integralmente sollevata l’amministrazione da ogni responsabilità
Per i rischi di responsabilità civile verso terzi e verso operatori (RCT/O), il soggetto partner dovrà inoltre stipulare apposite polizze assicurative,da presentarsi prima della stipula della convenzione,per un periodo pari alla durata della convenzione stessa
Per il rischio RCT dovrà essere prevista espressamente la rinuncia all’azione di rivalsa da parte della compagnia assicuratrice nei confronti dell’amministrazione per tutti i rischi,nessuno escluso,derivanti dalla realizzazione del progetto
Il comune di Cassino è da considerarsi tra il novero dei Terzi.
Le copie delle polizze assicurative devono essere depositate agli atti del Comune.
Art. 15 - Affidamento della realizzazione del progetto
1. L’affidamento della gestione del progetto avverrà solo se il medesimo sarà finanziato da parte del Ministero dell’Interno e previa presentazione di documento di regolarità contributiva; documentazione comprovante i requisiti e titoli dichiarati in sede di partecipazione alla selezione; dichiarazione rilasciata da un istituto bancario attestante il possesso della capacità economica e finanziaria per la gestione del progetto .
2. L’affidatario dovrà possedere, costantemente, per tutto il periodo della durata della convenzione, i requisiti di partecipazione alla selezione e tutti i titoli ed elementi che hanno concorso a determinare il punteggio totale conseguito.
Art. 16 – Durata dell’ affidamento
L’affidamento della gestione del progetto e la relativa convenzione avranno la durata di anni 3 (tre) a partire dal 1° gennaio 2011.
Art. 17 - Trattamento dei dati
I dati personali saranno trattati, ai sensi del Codice emanato con D.lg.vo 30.6.2003, n.196, con
liceità e correttezza, nella piena tutela dei diritti dei concorrenti e della loro riservatezza. Il trattamento ha la finalità di consentire l’accertamento dell’identità dei concorrenti in funzione delle procedure di affidamento della gestione oggetto della selezione.
Art. 18 - Norme di rinvio
Per quanto non espressamente detto nel presente avviso si rinvia al Decreto del Ministero dell’interno e allegati di cui all’art. 1, comma 2, di questo avviso, alla deliberazione del commissario prefettizio n. 22 del 28.09.2010, allo schema di convenzione approvato con determinazione dirigenziale n. 1533 del 29.09.2010 e ad ogni altra norma applicabile in materia.
Art. 19 - Consultazione atti
Il presente avviso e i moduli in esso richiamati e lo schema di convenzione sono consultabili sul sito internet del Comune di Cassino sul sito www.comune.cassino.fr.it I predetti atti sono, altresì, consultabili presso l’ufficio Servizi Sociali del Comune, sito al 1° piano del Palazzo comunale nei giorni dal lunedì al venerdì dalle ore 9,00 alle ore 13,00. Nel giorno di martedì, anche, dalle ore 16,00 alle ore 18,00. Gli interessati possono ottenerne copia, previa richiesta e pagamento delle relative spese di riproduzione.

Il dirigente
dott.Izzo Vegliante Giuliano

(Modulo “a”)

Dichiarazione sostitutiva per la partecipazione alla selezione pubblica di proposte progettuali,
con procedura aperta, per l’affidamento della gestione di servizi di accoglienza, integrazione
e tutela dei richiedenti asilo e rifugiati, triennio 2011-2013, categoria “ ordinari ”, indetta
dal Comune di Cassino con determinazione n 1533 del 29.09.2010

Il sottoscritto ______________________________ nato il ______________
a___________________provincia di _______________, residente a _____________________
Via ____________________________ n. _______, legale rappresentante del concorrente
___________________________, sede legale nel Comune di _____________________ Provincia
di _____________, Via _________________________, n. _____,Partita IVA
__________________, telefono n. ___________________ fax n. _________________,
partecipante alla selezione pubblica in epigrafe indicata, consapevole che chiunque rilascia
dichiarazioni mendaci è punito ai sensi del codice penale e delle leggi speciali in materia, come
previsto dall’art.76 del D.P.R.n.445 del 15.12.2000, ( vedasi avvertenze facciata retrostante)
DICHIARA
ai sensi e per gli effetti degli artt. 46 e 47 del D.P.R. n.445 del 28.12.2000, sotto la responsabilità
personale, che il soggetto concorrente rappresentato:
1. possiede la personalità giuridica;
2. è iscritto nel registro delle imprese tenuto dalla Camera di Commercio, Industria e Artigianato per il settore comprendente i servizi di accoglienza a favore di stranieri ( qui dovranno essere indicati: il numero e la data di iscrizione, durata e forma giuridica della ditta, l’oggetto sociale, il nominativo della persona a cui spetta la rappresentanza legale e i poteri conferiti a detta persona);
3. è iscritto all’Albo delle società cooperative, istituito con Decreto 24.6.2004 del Ministero delle Attività produttive, precisando il numero, data e sezione di iscrizione ( se trattasi di società cooperative );
4. è costituito in raggruppamento temporaneo ( se trattasi di richiedenti raggruppati);
5. non si trova in stato di fallimento, di liquidazione, di amministrazione controllata, di concordato preventivo o in qualsiasi altra situazione equivalente secondo la legislazione vigente e che a suo carico non è in corso alcuna di tali situazioni e non versa in stato di sospensione dell’attività;
6. non è stato sottoposto a sentenza di condanna passata in giudicato, ovvero sentenza di applicazione della pena su richiesta ai sensi dell’art.444 del codice di procedura penale, per qualsiasi reato che incida sulla propria moralità professionale o per delitti finanziari;
7. è in regola con gli obblighi relativi al pagamento dei contributi previdenziali e assicurativi a favore dei lavoratori, secondo la legislazione vigente;
8. è in regola con gli obblighi relativi al pagamento delle imposte e delle tasse secondo la legislazione vigente;
9. nei confronti del titolare o legale rappresentante, degli amministratori e di chiunque munito di poteri rappresentativi, non sono state emesse sentenze, ancorché non definitive per reati che precludono la partecipazione ad appalti pubblici;
10. conosce il tipo di servizio oggetto della selezione e le circostanze generali e particolari che possono influire sullo svolgimento della stessa;
11. ha preso visione della determinazione n. 1533 29.09.2010 e degli atti con la medesima approvati: avviso pubblico, moduli “a”, “b”, “c” e “d” e schema di convenzione che regolerà i rapporti con il Comune e di accettarli integralmente, senza riserva alcuna;
12. è informato delle disposizioni previste dal Codice, emanato con D.lg.vo 30.6.2003, n.196, in materia di protezione dei dati personali e che tali dati saranno trattati in funzione delle procedure di affidamento del servizio oggetto della selezione pubblica;
13. si impegna ad attivare il progetto alla data prestabilita, qualora lo stesso venga prescelto e finanziato dal Ministero dell’Interno, nonché ad adeguarlo ad eventuali modifiche e-o integrazioni che potrebbero essere apportate dall’apposito organo ministeriale di valutazione ;
14. è in regola con le norme che disciplinano il diritto al lavoro dei disabili, legge 12.3.1999, n.68;
15. partecipa alla selezione in forma di _______________________(precisare se trattasi di organismo singolo o raggruppamento temporaneo. Se si partecipa in forma di raggruppamento devono essere indicati i dati identificativi di tutti i soggetti che fanno parte del raggruppamento);
16. dichiara, inoltre, che le fotocopie dell’atto costitutivo e dello statuto presentate sono conformi agli originali vigenti.
Dichiara, infine, di essere consapevole che, ai sensi dell’art. 71 del D.P.R. n.445/2000 innanzi richiamato, potranno essere effettuati controlli sulla veridicità delle dichiarazioni rese.


luogo e data IL DICHIARANTE

firma per esteso

Avvertenze:
1- Ai fini della compilazione della presente dichiarazione i concorrenti per i quali, in base alla propria forma giuridica, non ricorrono una o più situazioni di quelle elencate nel presente modulo devono, caso per caso, precisarne i motivi, a pena di esclusione dalla gara.
2- Per i raggruppamenti temporanei la presente dichiarazione deve essere presentata individualmente da ciascun soggetto del raggruppamento medesimo.


Modulo a dichiarazione selezione ordinari
(Modulo “b”)
Dichiarazione sostitutiva relativa alle strutture di accoglienza per la partecipazione alla
selezione pubblica di proposte progettuali, con procedura aperta, per l’affidamento della
gestione di servizi di accoglienza, integrazione e tutela dei richiedenti asilo e rifugiati, triennio
2011-2013, categoria “ordinari ”, indetta dal Comune di Cassino con determinazione n.1533 del 29.09.2010 .

Il sottoscritto _________________________________________ , nato a ____________________ ,
il ________________, residente a __________________ in via _____________________________
n. ______ , nella qualità di legale rappresentante del concorrente
____________________________________ , sede legale nel Comune di __________________
Provincia di __________________ via _________________________ partita IVA
_______________ , tel. _______________ , fax.__________________ partecipante alla selezione
pubblica in epigrafe indicata, consapevole che chiunque rilascia dichiarazioni mendaci è punito ai
sensi del codice penale e delle leggi speciali in materia, come previsto dall’art. 76 del D.P.R. n. 445
del 15.12.2000, testo unico sulla documentazione amministrativa,
DICHIARA
ai sensi e per gli effetti degli artt. 46 e 47 del medesimo D.P.R. n.445 del 15.12.2000, sotto la responsabilità personale:

a) che il soggetto concorrente rappresentato può disporre con immediatezza delle strutture di accoglienza, in caso di aggiudicazione della selezione per la gestione del progetto, triennio 2011-2013, per i servizi di accoglienza, integrazione e tutela dei richiedenti asilo e rifugiati, categoria “vulnerabili”;
b) che le stesse strutture sono idonee e pronte all’uso per l’accoglienza di almeno 15 beneficiari.

Alla presente allega per ciascuna struttura:

-l’indicazione della localizzazione dell’immobile interessato/i;
- relazione descrittiva degli ambienti e degli impianti tecnologici relativi all’immobile.
Dichiara, inoltre, di essere consapevole che, ai sensi dell’art. 71 del D.P.R. n. 445/2000 innanzi
richiamato, potranno essere effettuati controlli sulla veridicità delle dichiarazioni rese.

luogo e data IL DICHIARANTE

firma per esteso

modulo “b” selezione progetti- ordinari
(Modulo “c”)

Dichiarazione sostitutiva relativa alla capacità economica e finanziaria del soggetto concorrente per la partecipazione alla selezione pubblica di proposte progettuali per l’affidamento della gestione di servizi di accoglienza, integrazione e tutela dei richiedenti asilo e rifugiati, triennio 2011-2013, categoria “ordinari ”, indetta dal Comune Cassino con determinazione n. 1533 del 29.09 .2010.

Il sottoscritto _________________________________________ , nato a ____________________,
il ________________, residente a __________________ in via _____________________________
n. ______ , nella qualità di legale rappresentante del concorrente
__________________________________, sede legale nel Comune di __________________
Provincia di __________________ via _________________________ partita IVA
__________________ , tel. _______________ , fax.______________ partecipante alla selezione
pubblica in epigrafe indicata, consapevole che chiunque rilascia dichiarazioni mendaci è punito ai sensi del codice penale e delle leggi speciali in materia, come previsto dall’art. 76 del D.P.R. n. 445
del 15.12.2000, testo unico sulla documentazione amministrativa,
DICHIARA
ai sensi e per gli effetti degli artt. 46 e 47 del medesimo D.P.R. n.445 del 15.12.2000, sotto la responsabilità personale, che il soggetto concorrente rappresentato possiede adeguata capacità economica e finanziaria per la gestione del progetto inerente i servizi di accoglienza, integrazione e
tutela dei richiedenti asilo e rifugiati , categoria “ordinari” .
Dichiara, inoltre, di essere consapevole che, ai sensi dell’art. 71 del D.P.R. n. 445/2000 innanzi
richiamato, potranno essere effettuati controlli sulla veridicità delle dichiarazioni rese.

luogo e data

IL DICHIARANTE

firma per esteso
modulo c selezione progetti – “ordinari”
(Modulo “d”)

Dichiarazione sostitutiva relativa all’esperienza professionale del soggetto concorrente per la partecipazione alla selezione pubblica di proposte progettuali per l’affidamento della gestione di servizi di accoglienza, integrazione e tutela dei richiedenti asilo e rifugiati, triennio 2011-2013, categoria “ vulnerabili”, indetta dal Comune di Cassino con determinazione n. 1533 del 29.09.2010.
Il sottoscritto _________________________________________ , nato a ____________________ ,
il ________________, residente a __________________ in via _____________________________
n. ______ , nella qualità di legale rappresentante del concorrente
____________________________________ , sede legale nel Comune di ____________________
Provincia di ________________ via _________________________ partita IVA _______________
, tel. _______________ , fax.____________ partecipante alla selezione pubblica in epigrafe indicata, consapevole che chiunque rilascia dichiarazioni mendaci è punito ai sensi del codice penale e delle leggi speciali in materia, come previsto dall’art. 76 del D.P.R. n. 445 del 15.12.2000,
testo unico sulla documentazione amministrativa,
DICHIARA
ai sensi e per gli effetti degli artt. 46 e 47 del medesimo D.P.R. n.445 del 15.12.2000, sotto la
responsabilità personale, che il soggetto concorrente rappresentato ha svolto attività di accoglienza
a favore di stranieri, per conto dell’ente pubblico __________________________________ dal
________________ al __________________ .

Dichiara, inoltre, di essere consapevole che, ai sensi dell’art. 71 del D.P.R. n. 445/2000 innanzi
richiamato, potranno essere effettuati controlli sulla veridicità delle dichiarazioni rese.

luogo e data
IL DICHIARANTE
firma per esteso

modulo “d” selezione progetti – “ordinari”

CONVENZIONE

TRA
Il comune di Cassino, provincia di Frosinone, nella persona_di ___________________________nato il ______________________nella sua qualità di _________________settore 2° Servizi Sociali codice fiscale __________________
E
______________________________________________________________________________
PREMESSO CHE:
1. Il Comune di Cassino con delibera commissariale del 28.09.2010 ha bandito una selezione pubblica di proposte progettuali con procedura aperta per l’affidamento della gestione di servizi di accoglienza,integrazione e tutela dei richiedenti asilo e rifugiati categoria “Ordinari” Triennio 2011-2013 ;
2. il comune di Cassino ha partecipato di conseguenza all’Invito pubblico, di cui alla G.U del ____________a presentare proposte di finanziamento per progetti di accoglienza ed integrazione a favore di rifugiati beneficiari di protezione umanitaria e richiedenti asilo;
3. Che , con nota prot ___________________è stato comunicato il finanziamento del progetto per un importo pari ad € ____________________ per un periodo che decorre del 01.01 2011 e fino al 31.12.2013;
TUTTO CIO’ PREMESSO, si conviene e stipula quanto segue:
ART 1
OGGETTO DELLA CONVENZIONE
Oggetto del presente protocollo è la collaborazione tra i firmatari per migliorare l’azione di tutela e sostenere l’ accoglienza e la promozione sociale dei rifugiati, richiedenti asilo e beneficiari di protezione umanitaria, ed in particolare l’Ente gestore s’ impegna a realizzare il progetto ”___________________” di cui al punto 1.
ART 2
IMPEGNI GENERALI
I firmatari si impegnano, ognuno nell’ambito delle proprie competenze:
- ad attuare tutte le misure necessarie per portare a buon fine le azioni concordate, con riferimento sia ai compiti specifici, sia agli obiettivi generali;
- ad improntare le proprie azioni ai criteri di professionalità, appropriatezza e trasparenza, rispettando ed ottemperando le prescrizioni contenute nelle normative vigenti;
- a favorire ed intensificare lo scambio di esperienze e relazioni, nell’ottica di un lavoro di rete;
- a svolgere azioni di sensibilizzazione ed informazione nei confronti degli interlocutori istituzionali del mondo del lavoro e della società civile.
ART 3
RUOLO DEL COMUNE DI CASSINO
Il Comune di Cassino:
- vigila controlla ed adempie alle sue funzioni di Ente titolare del suddetto progetto, monitorando la sua corretta gestione e l’implementazione di tutte le sue fasi;
- promuove e stimola il raccordo ed il lavoro in rete con gli enti pubblici e privati aderenti al progetto in modo da favorire la tempestività dell’accesso ai vari servizi;
- promuove la partecipazione alla vita sociale dei titolari del progetto, rivolgendo particolare attenzione ai minori e alle donne
ART 4
RUOLO DELL’ENTE GESTORE
L’ associazione ___________________in qualità di Ente gestore si impegna a realizzare gli interventi previsti nel progetto di cui al punto 1;
Le modalità per la realizzazione degli interventi sono specificate nelle “linee guida” e nel “piano economico”, sono possibili variazioni previa debita comunicazione all’ente titolare;
ART 5
DURATA DELLA CONVENZIONE
La presente Convenzione si riferisce al periodo compreso dal 1 gennaio 2011 al 31 dicembre 2013, previo finanziamento e relativamente al prosieguo delle attività del progetto di che trattasi.
ART 6
IMPORTO E MODALITA’ DI EROGAZIONE DEL FINANZIAMENTO
L’ Associazione _____________________ad inizio attività presenterà polizza fidejussoria assicurativa sul 10% del capitale finanziato.
L’erogazione delle somme dovute avverrà nel modo che segue:
- primo acconto costituito dal 40% del finanziamento ad inizio attività;
- secondo acconto costituito dal 40% del finanziamento a seguito di comunicazione delle spese effettuate ed impegnate per il 90% dell’acconto versato in precedenza;
- saldo dell’importo restante al termine della realizzazione del progetto a seguito di comunicazione delle spese effettuate ed impegnate per il 90% dell’acconto versato in precedenza;
Ad ultimazione delle fasi progettuali come sopra dette, il soggetto referente responsabile dovrà presentare apposita analitica relazione e rendicontazione sulle attività svolte e documenti fiscali relativi alle spese effettuate oltre a copia fotostatica di documento di riconoscimento e dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà debitamente firmate ;
A seguito di verifica ed approvazione della relazione e rendicontazione il Dirigente del Settore provvederà alla erogazione della somma dovuta;
La convenzione avrà durata pari a quella della copertura finanziaria assicurata dal finanziamento
Del che si è redatta la presente convenzione che in segno di approvazione viene sottoscritta dalle parti contraenti.

Per l’Associazione Per il comune di Cassino

Il Direttore Il Dirigente

___________________ _____________________

Cassino, lì

Elenco degli altri Comunicati dell'operatore


Cerca su Janula.it!
Cerca il testo


Comune di Cassino
CASSINO: bando pubblico per gestione accoglienza richiedenti asilo e rifugiati
Altri comunicati del Comune
Cassino, ultimo Comunicato degli altri Operatori
Gold4Change
Archivio completo dei comunicati

2003 - Janula.it di Officine Informatiche Srl